In data 6 ottobre 2012 è entrato in vigore il Decreto MInisteriale 10 agosto 2012, n.161, "Regolamento recante la disciplina delle terre e rocce da scavo" (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 21 settembre 2012, n.221). Secondo quanto disposto dall'art.39, comma 4, del D.Lgs. 3 dicembre 2010, n.205, l'entrata in vigore di detto regolamento comporta l'abrogazione dell'articolo 186 del D.Les. 3 aprile 2006, n.152 su cui si basavano le linee guida emanate negli ultimi anni dalla Provincia Autonoma di Trento. Pertanto il D.M. in parola sostituisce integralmente le Linee guida da ultimo approvate con deliberazione della Giunta provinciale n.896 del 11 maggio 2012.

L'art.15, comma 1, del nuovo D.M. stabilisce un regime transitorio per cui i progetti, per i quali è già stata attivata la procedura ai sensi delle Linee guida provinciali (deposito mod.A o mod. D), possono essere portati a termine secondo le stesse. Al contrario, sono soggeetti al D.M. 161/2012 i progetti per i quali, prima del 6 ottobre 2012, non sia stata avviata alcuna procedura ai sensi delle suddette Linee guida: pertanto, per questi ultimi, il comune territorialmente competente non può ricevere la modulistica (es. Mod.A, Mod. D) prevista dalla deliberazione della Giunta provinciale n.896 del 11.05.2012.

Allegati:
Scarica questo file (Circolare 16.10.2012.pdf)Circolare 16.10.2012.pdf[Circolare P.A.T.]60 kB