Al fine di evitare ingiustificati allarmismi, facendo seguito agli articoli apparsi sui giornali nei giorni scorsi e riportanti informazioni (peraltro non corrette) in merito a carte di identità elettroniche difettose rilasciate nel periodo ottobre 2017-febbraio 2018, si pubblicano in allegato due note del Poligrafico e del Ministero dell'Interno che forniscono informazioni corrette e dettagliate in merito alla problematica riscontrata.

Si sottolinea che eventuali difetti nel microchip installato nella CIE non causano assolutamente l'invalidità del documento (i dati non salvati correttamente in una parte secondaria del microchip sono comunque correttamente stampati fisicamente sul documento), quindi non è necessario che la carta di identità venga sostituita.

Il ministero ha messo a disposizione al link http://www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie una funzionalità che, inserendo il proprio codice fiscale ed il numero di serie della CIE, permette di verificare online in tempo reale la presenza di eventuali difetti all'interno della propria Carta di Identita Elettronica, fornendo informazioni ed indicazioni aggiuntive per i documenti che dovessero presentare non conformità.

Allegati:
Scarica questo file (comunicato_ipzs.pdf)comunicato_ipzs.pdf[ ]561 kB
Scarica questo file (nota ministero.pdf)nota ministero.pdf[ ]476 kB