LA CARTA DI IDENTITA’ ORA VALE 10 ANNI

Con l’introduzione dell’art. 31 del D.L. 24/06/2008 n. 112 è stato previsto che la carta di identità benefici di una validità temporale di 10 anni anziché di 5 anni come in precedenza: pertanto le carte di identità rilasciate a partire dall’entrata in vigore della legge in questione (26/06/2008) valgono già 10 anni, mentre quelle rilasciate in precedenza ed in quel momento ancora in corso di validità sono convalidate per ulteriori 5 anni mediante l’apposizione di un semplice timbro di proroga, senza necessità di richiedere un nuovo documento.

PROBLEMATICHE PER L’ESPATRIO CON TIMBRO DI PROROGA E CONSIGLI PER VIAGGIARE SICURI

Il Ministero dell’Interno ha però segnalato parecchi disagi (fino al respingimento alla frontiera) provocati dal mancato riconoscimento da parte delle Autorità di Frontiera dei documenti di identità prorogati, soprattutto nei paesi dell’ex Jugoslavia (Croazia, Bosnia..), del nord Africa (Egitto, Tunisia..), in Turchia ed in Svizzera: pertanto, considerate queste oggettive difficoltà, il Ministero ha ritenuto possibile (ed è consigliato nel caso si intenda recarsi all’estero) provvedere alla sostituzione della carta di identità prorogata o prorogabile, presentandosi allo sportello dell’Ufficio anagrafe con 3 foto tessera uguali e recenti, restituendo il documento di cui si è in possesso e versando il corrispettivo di € 5,42 previsto per il nuovo rilascio.

Fermo restando che è il passaporto il documento principale per le trasferte oltre confine, soprattutto per i minori ( la carta di identità al di fuori della Comunità Europea è accettata solo in alcuni paesi, vedi elenco allegato), prima di un viaggio all’estero è sempre comunque consigliabile informarsi presso le competenti ambasciate e consolati esteri presenti in Italia per verificare quali siano i documenti richiesti per l’ingresso e visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri http://www.viaggiaresicuri.it

LA CARTA DI IDENTITA’ E L’ESPATRIO DEI MINORENNI: ISTRUZIONI E SUGGERIMENTI

Il D.L. 13/05/2011 n. 70 ha introdotto importanti novità per quello che riguarda la carta di identità per i minorenni, sopprimendo il limite minimo di età per il rilascio (precedentemente fissato a 15 anni) e stabilendo delle validità temporali diverse per il documento a seconda dell’età, in analogia a quanto già previsto per il passaporto:

3 anni per i bambini al di sotto dei 3 anni

5 anni per i minori dai 3 ai 18 anni

10 anni per i maggiorenni

Per il rilascio del documento è necessario che i genitori (ed anche il minore se ha compiuto i 12 anni) si presentino all’Ufficio anagrafe con 3 foto tessera uguali e recenti per richiederne l’emissione. Nel caso in cui la firma di uno dei due genitori non sia possibile (per impossibilità a presentarsi in ufficio) è necessaria una dichiarazione di assenso all’espatrio corredata da copia di un documento di riconoscimento del genitore (vedi modulo allegato) oppure specifica autorizzazione del giudice tutelare (in caso di disaccordo tra i genitori o di impossibilità a ricevere tale assenso) .

L’espatrio per i minori di 14 anni è subordinato al fatto che essi viaggino accompagnati da almeno uno dei genitori o da chi ne fa le veci, oppure, nel caso in cui il minore viaggi con terzi, che la carta di identità sia accompagnata da una dichiarazione convalidata dalla Questura (sono necessari circa 15-20 giorni per ottenerla) in cui i genitori acconsentono all’espatrio del minore con altre persone maggiorenni a cui viene affidato (ad esempio nonni, zii, insegnanti nel caso di gita scolastica all’estero, compagnia aerea…) .

Anche per questa dichiarazione (modulo allegato) sono necessarie le firme di entrambi i genitori (oltre ai dati anagrafici completi dell’accompagnatore/i) e le copie delle carte di identità di minore e genitori (in allegato modulo di richiesta)

E’ opportuno , per dimostrare alle autorità di frontiera di essere gli effettivi esercenti la potestà genitoriale,  munirsi di un estratto di nascita del minore con indicata paternità e maternità, anche su modello plurilingue, oppure  avvalersi della possibilità prevista dall’art. 40 del D.L. 24/01/2012 n. 1 richiedendo di far riportare il proprio nome direttamente sulla carta di identità, autorizzando espressamente l’impiegato addetto.

LA NUOVA SCADENZA DELLA CARTA DI IDENTITA’ LEGATA AL COMPLEANNO

 

A partire dal 10.02.2012, la scadenza della carta di identità è legata alla data del compleanno del titolare e corrisponde al primo compleanno utile immediatamente successivo alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo. ESEMPIO: cittadino maggiorenne che compie gli anni il 27/01 e richiede la carta di identità il 01/02/2015 (la scadenza naturale del documento sarebbe il 01/02/2025), avrà documento che scadrà il 27/01/2026  mentre cittadino maggiorenne che richiede il documento lo stesso giorno ma compie gli anni il 01/04 avrà scadenza del documento il 01/04/2025.

I MINORI DEVONO AVERE UN DOCUMENTO DI IDENTITA’ O PASSAPORTO INDIVIDUALE!!!

Si informa che dal 26/06/2012 eventuali iscrizioni dei minori di anni 16 sul passaporto dei genitori ancora in corso di validità non sono più ritenute valide: è indispensabile quindi che il minore abbia carta di identità o passaporto INDIVIDUALI. Il documento del genitore rimane comunque valido fino a scadenza.

 

 

NEL CASO DI SMARRIMENTO, FURTO o DETERIORAMENTO DELLA CARTA DI IDENTITA’

Oltre alle foto ed al versamento di € 5,42 in caso di furto o di € 10,58 in caso di smarrimento o deterioramento, è necessario portare la denuncia di smarrimento o furto fatta presso un organo di polizia (Carabinieri, Polizia, Polizia Locale): si consiglia quindi di mettersi in contatto preventivamente con l’ufficio per avere il numero e la data di rilascio del documento smarrito o rubato, che verranno richiesti al momento della denuncia.

Nel caso il furto avvenga all’estero e si presenti denuncia presso gli organi di polizia stranieri, è necessario al rientro in Italia presentare denuncia anche presso le autorità italiane.