Il segretario comunale è il funzionario più elevato in grado del comune, partecipa alle riunioni del Consiglio e della Giunta comunale e ne redige i relativi verbali apponendovi la propria firma. Nel rispetto delle direttive impartitegli dal sindaco, da cui dipende funzionalmente, coordina e dirige gli uffici e i servizi dell'ente. Adempie ai compiti affidatigli dal sindaco e, se da questi richiesto, roga i contratti e gli atti nei quali il comune è parte contraente. Cura le procedure attuative delle deliberazioni e dei provvedimenti, vigilando sulle strutture competenti; sovrintende allo svolgimento delle funzioni dei responsabili dei servizi, presta ad essi consulenza giuridica, ne coordina l'attività e dirime eventuali conflitti di competenza sorti tra i medesimi. Accerta ed indica, per ciascun tipo di procedimento relativo ad atti di competenza del Comune, il responsabile dell'istruttoria e di ogni altro adempimento procedurale. Indice le licitazioni e le aste pubbliche ed approva e sottoscrive i relativi bandi ed inviti. Presiede le Commissioni di gara e di concorso, è responsabile delle procedure d'appalto, stipula i contratti (salvo i casi in cui svolge la funzione di ufficiale rogante).Adotta gli atti di gestione del personale (salvo quelli che, in base a regolamento o disposizioni interne, sono demandati ai responsabili dei servizi e quelli che restano riservati alla Giunta Comunale): atti inerenti le procedure di assunzione del personale, comprese l’indizione della procedura e la nomina delle commissioni, atti di assunzione del personale temporaneo, autorizzazioni al lavoro straordinario, ad effettuare missioni e trasferte ed a svolgere incarichi esterni, concessione di aspettative, provvedimenti di determinazione delle indennità e dei premi di produttività, sottoscrizione del contratto individuale di lavoro, atti inerenti i procedimenti disciplinari.Sostituisce i responsabili dei servizi nell’adozione degli atti gestionali di loro competenza quando, quando questi siano personalmente interessati o comunque incompatibili o quando, previa diffida, rimangano ingiustificatamente inerti, e, su incarico del Sindaco, quando, a causa della loro assenza, le strutture non possano altrimenti funzionare. Esercita ogni altra attribuzione affidatagli dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti.(artt. 22 e 23 L.R. 4.1.93, n. 1 – art. 40 L.R. 5.3.93, n. 4 – artt. 30 e 34 dello Statuto – PEG)