Si allega la nota del 10 aprile 2020 della Provincia di Trento - Servizio Artigianato e Commercio - relativa alle vendite a distanza (via internet,  per corrispondenza, televisione e altri sistemi di comunicazione). Con la circolare si comunica che non è necessario presentare una specifica ed aggiuntiva specifica SCIA (a livello provinciale prevista dall’articolo 20 della legge provinciale n. 17 del 2010), qualora si tratti di un’attività accessoria ad altra tipologia di vendita al dettaglio (già autorizzata).

Permane l’obbligo della comunicazione unica d’impresa al Registro delle imprese della CCIAA di Trento, comprensiva anche dell’adempimento nei confronti dell’Agenzia delle entrate (e, se dovuto, INPS e INAIL) entro 30 giorni dall’inizio dell’attività di vendita in forma speciale, anche ai fini della corretta attribuzione dei relativi codici ATECO riferiti a questa modalità di vendita, secondaria rispetto all’attività primaria di commercio in sede fissa.

 

Allegati:
Scarica questo file (430241384circolari_forme_speciali_di_vendita_al_dettaglio[3].stamped.pdf)circolare PAT vendite a distanza[ ]134 kB